L’inquinamento ambientale e il riscaldamento globale sono temi purtroppo molto attuali. Non si direbbe mai che tra i principali colpevoli di questo grave problema che sta affliggendo il pianeta ci siano proprio le emissioni inquinanti derivanti dai sistemi di riscaldamento domestici: si stima addirittura che questi ultimi inquinino ben 6 volte di più rispetto ad esempio ai trasporti.

Il motivo è da ritrovarsi nelle costruzioni che sono per la maggior parte vetuste e non efficienti dal punto di vista energetico: non serve però ricorrere a mega ristrutturazioni alquanto dispendiose, in quanto con pochi piccoli accorgimenti è possibile ottenere un risparmio ottimale sia dal punto di vista energetico, con sensibile riduzione di emissioni nocive, sia dal punto di vista economico con una bolletta decisamente più leggera.
Trovare il giusto compromesso tra salute e calore casalingo significa saper usare il sistema di riscaldamento, rinunciare a quelle stufe che non fanno altro che aumentare i consumi e ricorrere a ciò che la tecnologia oggi mette a disposizione, in particolare a quelli che hanno un sistema di riscaldamento centralizzato.

Si tratta di valvole termostatiche che consentono di usare il calore solo quando e dove serve, regolando la temperatura in ogni camera e bloccando il riscaldamento, anche se centralizzato, quando ad esempio la casa è vuota o si trascorre ad esempio un fine settimana fuori.

Valvole termostatiche: cosa sono e come funzionano

Chi è in possesso di un sistema di riscaldamento centralizzato sarà a conoscenza che dal 2017 è obbligatorio disporre di valvole termostatiche. Al di là del nome, che a molti potrebbe suggerire dispositivi assai complessi, devi sapere che il funzionamento delle valvole termostatiche è molto semplice e vengono installate a lato di ciascun termosifone presente in casa. Ogni valvola è costituita sia da un piccolo termostato che regola esattamente quanta acqua debba arrivare al termosifone, sia da un sensore grazie al quale la valvola si chiude automaticamente allorché viene raggiunta la temperatura impostata in una determinata camera.

Tramite la valvola termostatica puoi regolare un livello, generalmente da 0 a 5. Quando si raggiunge la temperatura impostata, la valvola si blocca e non verrà più emesso calore, riattivandosi nel momento in cui l’ambiente si raffredderà nuovamente.
Tramite le valvole termostatiche dunque puoi scegliere di riscaldare solo le camere che vivi maggiormente, ma anche di chiudere tutte le valvole se sei fuori casa oppure impostarle al minimo per trovare l’abitazione già calda al tuo rientro. Capisci bene dunque che attraverso questi nuovi dispositivi potrai evitare di disperdere calore inutilmente, ottenendo così un importante risparmio in bolletta pari al 5% per ogni grado di calore risparmiato.

Oggi puoi montare accanto alle valvole termostatiche anche un contabilizzatore di calore al fine di misurare solo l’energia effettivamente consumata. Questi meccanismi sono fondamentali in quei condomini con riscaldamento centralizzato dove c’è chi si lamenta perché paga di più consumando meno di altri. Tramite questi contabilizzatori, vengono emesse due quote per il pagamento del riscaldamento: una fissa e l’altra variabile che tiene conto del consumo effettivo di ciascun condomino.

7 modi per risparmiare sul riscaldamento

Risparmiare sul riscaldamento non significa patire il freddo a casa, dopo una giornata trascorsa fuori. È invece saper usare il proprio sistema di riscaldamento, migliorarlo con nuovi dispositivi tecnologici e mettere in pratica piccoli accorgimenti che aiuteranno a vivere al meglio la propria casa, nel rispetto della propria salute e dell’ambiente circostante.

Ecco dunque 7 mosse per risparmiare sul tuo riscaldamento:

 

  1. Effettua sempre un controllo della tua caldaia, per assicurare efficienza e sicurezza. Valuta anche un cambio della stessa perché a lungo andare rischi di spendere più soldi nella manutenzione. Ricorda poi di pulire e far sfiatare i termosifoni: non dimenticare infatti che il calcare e l’aria impediscono il normale flusso dell’acqua, impedendone il corretto riscaldamento.
  2. Non selezionare temperature molto alte, perché se il freddo intenso rischia di farti ammalare, lo stesso effetto lo causa anche l’eccessivo calore. Nelle camere che si vivono maggiormente, come la cucina e il salotto, imposta una temperatura di 20°, mentre nelle camere bastano 18°: in bagno puoi arrivare anche a 23°. Non spegnere il riscaldamento di notte ma lascialo in funzione al minimo, in modo che la casa non si raffreddi troppo e non sia necessario un maggiore sforzo energetico.
  3. Usa le valvole termostatiche se il tuo riscaldamento è centralizzato. Grazie a questi dispositivi potrai risparmiare in quelle camere che non utilizzi o nei casi in cui non sei in casa, semplicemente chiudendo tutte le valvole installate nei termosifoni della tua casa. Un corretto uso delle valvole termostatiche ti porterà un cospicuo risparmio in bolletta senza rinunciare al tepore in casa.
  4. Provvedi a liberare spazio davanti ai termosifoni, eliminando divani, poltrone o armadi eventualmente posizionati proprio davanti ai termosifoni. Questi infatti impediscono all’aria calda di diffondersi nella stanza che, al contrario, ristagna nello spazio tra il termosifone e l’oggetto.
  5. L’uso di pannelli riflettenti può aiutarti a convogliare il calore nella stanza, senza ristagnare nello spazio tra il termosifone e il muro generalmente più freddo. Si tratta di fogli realizzati in polietilene e rivestiti di alluminio, atossici, ignifughi e termoresistenti: dovrai semplicemente posizionarli sul muro retrostante il termosifone.
  6. Installando un termostato intelligente potrai controllare la temperatura della tua casa a distanza: questo si rivela importante quando sei fuori casa e vuoi trovare la casa già bella calda, evitando un maggiore sforzo nel riscaldarla.
  7. Se non puoi spendere grosse cifre per dotare la tua casa di un cappotto termico, o semplicemente per cambiare gli infissi, scegliendo modelli isolanti e con doppi vetri, provvedi a tappare tutti gli spifferi provenienti dalle tue vecchie finestre, per evitare la dispersione del calore.

Contattateci subito per qualsiasi informazione!

TEL.

010 3623342

335 7259929

MPR

Piazza Alimonda 25/R
Genova 16129

EMAIL

info@mprgenova.it

ORARI

Lun | Ven
08:00 12:00 - 13:00 17:00

Call Now ButtonChiama Ora